22 aprile 2004

Palagonia: Sindaco vieta il "25 aprile"

di Cesare Piccitto

PALAGONIA. Venticinque aprile millenovecentoquarantacinque, una delle date pi? importanti e fondanti della storia repubblicana, annualmente viene celebrata in ogni piccolo e grande centro della penisola. La stessa celebrazione avveniva fino all'anno scorso anche a Palagonia. Nel duemilaequattro per? non sar? possibile.

Il collettivo "Giuseppe Impastato", promotore e organizzatore della manifestazione di quest'anno ottiene tutte le autorizzazioni di rito tranne quella del sindaco Fausto Fagone (esponente di Forza Italia) che con nota scritta del sedici aprile comunica: "Non ? possibile autorizzare la manifestazione del venticinque aprile per motivi di ordine pubblico". La richiesta fatta al sindaco da parte del Collettivo il tredici aprile diceva: "Chiediamo di poter utilizzare lo spazio pubblico per dar luogo ad attivit? culturali in ricordo del giorno della liberazione dal nazifascismo con concerto musicale in chiusura".

Il portavoce del collettivo, Valerio Marletta, dopo aver letto la comunicazione del sindaco dichiara: "Non capiamo il motivo del rifiuto di autorizzare da parte del sindaco. In che cosa una manifestazione culturale, quindi pacifica, pu? turbare l'ordine pubblico?". Incalzato dai media locali e nazionali, il primo cittadino ribadisce: "Non c'? nessun problema nella manifestazione, ma non in questo momento; poich? i netturbini sono in stato di agitazione e non potrebbe essere garantita la pulizia dell'area pubblica da utilizzare". Il sindaco Fausto Fagone continua a negare un incontro con i giovani che legittimamente chiedono ulteriori spiegazioni. Nonostante tutto sono decisi ad andar fino in fondo preparandosi ad un'eventuale azione legale, dato che credono fermamente nella totale infondatezza della motivazione. Sottoscrivono e sostengono l'operato del collettivo tutte le forze politiche del centro sinistra locali, in attesa di vedere accolta e non negata la libert? di manifestare, tra i diritti assoluti e inviolabili sanciti dalla nostra costituzione.

Il 21 aprile 2004, l'avvenimento ha avuto risonanza mediatica; un articolo in seconda pagina de "Il manifesto" racconta quanto segue: "SINDACO �RINVIA� IL 25 APRILE Prima ha pensato bene di vietare la manifestazione del 25 aprile chiesta dal collettivo Peppino Impastato sei giorni fa, con l'adesione di Margherita, Ds, Prc e Arci, per imprecisati �motivi di ordine pubblico�. Poi, interpellato per chiarimenti, ha spiegato che la manifestazione non era vietata, ma semplicemente spostata a un'altra data per via di uno sciopero dei netturbini che avrebbe reso impossibile pulire la piazza dopo la celebrazione (con delle letture e un concerto) della vittoria sul nazifascismo.

Protagonista il sindaco di Palagonia, in provincia di Catania, il forzitaliota Fausto Fagone, che ha anche rifiutato di incontrare i rappresentanti del collettivo. Sulla vicenda Giovanni Russo Spena del Prc ha annunciato un'interrogazione parlamentare."