11 settembre 2004

Vita senza cielo

di Cesare Piccitto

PALAGONIA. Imprigionata nel centro storico. Botto Rosa sessantottenne da sette anni vedova, vive da sola con l'unico figlio in via Cosenza. La signora gravemente sofferente dal 1998, da circa tre anni ? stata dichiarata invalida al cento per cento dalla commissione sanitaria della A.S.L. n 3 di Catania, a causa di diverse patologie croniche che la hanno resa quasi non vendente e che ne le limitano quasi totalmente le attivit? motorie soprattutto degli arti inferiori. La sfortunata vedova abita nel centro storico di Palagonia, ed oltre ad avere difficolt? ad uscire, per lo stato di invalidit?, ? impedita anche da ragioni viarie.

Per poter raggiungere la strada pi? vicina deve percorre inevitabilmente una scala ripida e molto malconcia composta da circa quaranta gradini. L'unico modo per portarla in strada, per i periodici ricoveri, è trasportarla di peso, con l'ausilio di almeno tre persone. Tempo addietro un incedio colpì la casa della signora, dove vi morì la madre, ed i stessi soccorritori persero molto tempo proprio a causa della difficile accessibilità dell'edificio. Il figlio da parecchi anni ha comunicato il problema presso tutte l'autorità competenti ma nessuno fino a d'oggi ha voluto dare una soluzione al problema.

Ultima comunicazione un anno fa, all'ufficio tecnico di Palagonia con allegato le firme degli abitanti del quartiere, che rispondeva dopo qualche tempo:"Nessuna modifica alla scala. Solamente un rifacimento della gradinata".
Il figlio per conto della madre: "chiedo sia messa in opera una qualsiasi soluzione che possa permettere a mia madre di poter arrivare in strada e quindi poter camminare con delle apposite stampelle". La signora:" sono disponibile ad abbattere parte del mio fabbricato per la costruzione di un collegamento con la strada". Interpellato il Sindaco di Palagonia Fausto Fagone sulla triste storia: "Non so nulla su questa triste vicenda. Mi impegno personalmente a provvedere quanto prima a che la signora possa risolvere il suo grave problema".