29 ottobre 2004

Palagonia: antenne, sindaco si schiera con i cittadini

di Cesare Piccitto

PALAGONIA. Giunge al consiglio comunale (25.10.04) la questione "antenne telefonia mobile". In un aula consiliare gremita di pubblico, l'amministrazione si schiera dalla parte dei cittadini.

In rappresentanza della maggioranza si esprime Giuseppe Bassotto consigliere di Forza Italia, presentando un documento in cui si chiede alla giunta l'immediata produzione e approvazione di un regolamento comunale mirato, alla tutela degli interessi dei cittadini.
La proposta ha trovato d'accordo anche l'opposizione, che ha posto l'accento soprattutto sull'impegno da parte del Comune a privilegiare aree pubbliche, lontane dal centro abitato, per l'installazione di nuove antenne, ed un continuo monitoraggio di quelle già esistenti.

Il sindaco ha così sintetizzato l'orientamento del consiglio e suo personale: «Anche io sono contrario all'installazione di antenne nel centro cittadino anche se occorre ricordare che per quanto riguarda il rischio salute non bisogna preoccuparsi; l'ARPA controlla costantemente che non sia superato il limite di emissioni imposto dalla legge». "Personalmente farò di tutto - prosegue Fausto Fagone - affinché le installazioni presenti e future siano al di fuori del paese".

Il consiglio comunale ha approvato all'unanimità la proposta della maggioranza. Esponenti dei comitati presenti tra il pubblico esprimono: "Soddisfatti; auspichiamo che quanto prima le parole diventino fatti."

24 ottobre 2004

Palagonia: antenne, cresce la protesta il sindaco risponde

di Cesare Piccitto

PALAGONIA. Nuova antenna ennesima protesta. Qualche settimana fa è toccato a via Cesare Battisti la protesta per il montaggio di un ripetitore per telefonia mobile su un tetto di abitazione privata. Lunedì 18 ottobre è stata la volta di via Garibaldi. In quest'ultima zona l'antenna non è ancora stata montata, ma i cittadini saputo dell'istallazione imminente si sono subito messi in azione.

Un'altra raccolta di circa 400 firme, e un altro comitato spontaneo che si è recato dal sindaco per avere chiarimenti. Chiedono: "nessuna antenna deve esser montata fino a quando non ci siano garanzie provate per la nostra salute, tra l'altro ci sono delle scuole nelle vicinanze...", consegnando al sindaco la documentazione che mostra la pericolosità di tali ripetitori e la possibilità che il primo cittadino ha di bloccare i lavori, come è accaduto altrove, in attesa di chiarimenti tecnici da parte della ditta di telefonia.Intanto i due comitati hanno espresso l'intenzione di unirsi, e la possibilità, qualora non riuscissero ad ottenere il blocco delle opere, in una manifestazione pubblica e eventuale azione legale.

Il sindaco: "Stiamo analizzando il problema dal punto di vista scientifico e legislativo, per capire quali sono gli strumenti in mano ai cittadini per far valere il diritto alla salute, e quelli in mano all'Amministrazione per far rispettare certi vincoli. Ricordo che l'autorizzazione all'installazione non è competenza dell'Amministrazione. Il D.L. n. 259 del 01/08/2003, all'art.87 recita testualmente: Nel caso di istallazione di impianti con tecnologia UMTS o altre, con potenza in singola antenna uguale o inferiore a 20 Watt, fermo restando il rispetto dei limiti di esposizione dei valori di attenzione e degli obiettivi di qualità, è sufficiente la denuncia d'inizio attività. L'ARPA (Agenzia Regionale Protezione Ambiente), con proprio parere favorevole del 29/07/2004, ha autorizzato l'installazione delle antenne, riservandosi al momento della messa in funzione la misura del campo elettromagnetico per verificarne le rispondenze alle normative. Tra l'altro largomento sar? in discussione nel prossimo consiglio comunale".

Il prossimo consiglio comunale si terrà lunedì 25 ottobre alle ore 17,00 presso l'aula consiliare del comune di Palagonia.