13 settembre 2006

Iraq. Autobomba fa strage di vigili, 60 cadaveri ritrovati a Baghadad


Baghadad, 13 settembre 2006

E' di 11 morti e 58 feriti l'ultimo bilancio delle vittime diffuso dalla polizia sull'attentato compiuto questa mattina a Baghdad. Un'autobomba e' esplosa in una piazza della zona orientale di Baghdad, utilizzata come parcheggio, nei pressi della sede principale del Dipartimento dei vigili urbani della citta'.

Una bomba era stata nascosta a bordo di un'auto lasciata in sosta lungo la strada percorsa dagli agenti, nella parte orientale della citta', ed e' stata fatta esplodere a distanza al loro passaggio. L'esplosione e' avvenuta nei pressi
di una caserma dei vigili urbani, a poca distanza dallo Stadio Nazionale.

60 cadaveri sono stati ritrovati nelle ultime 24 ore in varie zone di Baghdad. L'Onu un paio di mesi fa stimo' che le vittime della guerra civile settaria sotterranea che coinvolge soprattutto sciiti e sunniti, fatta di esecuzioni extragiudiziali da parte di veri e propri 'squadroni della morte, uccide una media di circa 100 persone al giorno in Iraq.

Ma quello odierno e' probabilmente un ritrovamento record per un lasso di tempo di sole 24 ore e questo malgrado un forte incremento nell'ultimo mese delle misure di sicurezze nella capitale da parte dei militari iracheni e americani e della polizia.

Nessun commento:

Posta un commento