11 ottobre 2006

Notizie dal sud

Dell'Utri assolto dall'accusa di calunnia
-Palermo
«Sono esterrefatto per l'assoluzione perchè non sono abituato». Così Marcello Dell'Utri ha commentato sarcasticamente l'assoluzione per calunnia aggravata decisa dai giudici del Tribunale di Palermo, la stessa procura dove il senatore di Forza Italia era stato in precedenza condannato a nove anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Secondo gli inquirenti, il braccio destro di Berlusconi, attraverso la complicità dei due pentiti Giuseppe Chiofalo e Cosimo Cirfeta, avrebbe tentato di screditare i collaboratori di giustizia che lo accusavano di collusione con la mafia.

La Procura di Palermo ravvisava il pericolo di un inquinamento probabotorio lesivo dell'intera inchiesta. Nonostante l'accusa disponesse di filmati, fotografie e intercettazioni nelle quali si testimoniavano contatti di Dell'Utri con Chiofalo e Cirfeta, i giudici della quinta sezione del tribunale di Palermo hanno assolto l'imputato «per non aver commesso il reato». Unanime il coro di felicitazioni sollevatosi dagli esponenti del centro destra nel commentare la sentenza. «Il fatto che il reato per Ciferta sia stato dichiarato estinto per la morte del reo - ha sostenuto invece il pm Antonio Ingroia - dimostra che l'accusa nei suoi confronti è fondata».

Prodi rende omaggio a Francesco Fortugno
-Locri
Il Presidente del Consiglio Romano Prodi si è recato nel pomeriggio a Locri per rendere omaggio alla tomba di Francesco Fortugno. Il 16 ottobre dello scorso anno il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria veniva assinato dall'ndrangheta all'entrata di un seggio organizzato per le primarie del centro sinistra.

Il primo ministro si è quindi recato con la vedova e deputato dell'Ulivo,Mariagrazia Laganà. La vedova ha chiesto di «potenziare gli organici della magistratura e delle forze dell'ordine». Successivamente il premier ha raggiunto l'ospedale di Locri, dove ha intitolato il pronto soccorso del nosocomio a Fortugno, primario del reparto in aspettativa dopo l'elezione.

da ilmanifesto.it

Nessun commento:

Posta un commento