27 febbraio 2007

Catania, aumenti TARSU: intimidazioni nei confronti di chi protesta

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
Circolo “città futura”. Via conte di Torino 29/I Catania
citta_futura_prc@libero.it Luca Cangemi
26.02.2007

COMUNICA:

CATANIA - L’amministrazione comunale di Catania, oltre a vessare i cittadini con l’aumento delle tasse ed a umiliarli costringendoli a code interminabili, minaccia e cerca di reprimere chi denuncia questi soprusi.

Questa mattina, mentre distribuiva alle decine di cittadini in fila a Palazzo dei Chierici i volantini che invitano alla manifestazione di domani sera contro gli aumenti della Tarsu, Maria Merlini - segretaria del circolo Città Futura PRC - è stata “bloccata” dall’ufficiale di Polizia Municipale di turno che, sostenendo la fantomatica illegittimità del volantinaggio, l’ha posta in stato di fermo e, dopo averla ripetutamente strattonata strappando i volantini davanti agli occhi increduli e alle proteste dei cittadini in fila, l’ha “reclusa” nella guardiola all’ingresso dell’edificio. Solo dopo circa un’ora due agenti della Digos hanno “spiegato” all’ufficiale la totale legittimità del volantinaggio.

Si tratta di un segnale gravissimo, che denota come alla cattiva amministrazione si aggiunga in questa città un atteggiamento di arrogante prepotenza da parte delle istituzioni tanto nei confronti dei singoli cittadini quanto delle voci che denunciano e protestano contro questa situazione.

Invitiamo i cittadini a partecipare numerosi alla manifestazione di martedì alle 19.30 davanti al municipio, non solo per chiedere la revoca degli aumenti della Tarsu, ma anche per denunciare la palese mancanza di democrazia e garanzia dei diritti in questa città.

Nessun commento:

Posta un commento