9 maggio 2007

Un pulmann di solidarietà: tutti a Roma con il Prefetto Sodano

LIBERA - Via Dalmazia 1 –
91100 TRAPANI -
Trapani, 9 maggio 2007





Citato per danni dal Presidente D’Alì, dopo la puntata di Anno Zero, “sarà” a Roma il 17 maggio. Non sarà certo una richiesta di risarcimento danni ad impedire al Prefetto Fulvio Sodano di raccontare perché è stato trasferito da Trapani. Anzi, il 17 di maggio, “riferirà” anche davanti al giudice civile di Roma che il Presidente della Provincia Senatore Antonio D’Alì, quello che lo ha citato in giudizio per diffamazione e vuole essere risarcito, è stato l’autore di quel trasferimento.

Già, perché il Prefetto la sua storia l’ha raccontata, per voce di sua moglie, durante la puntata di Anno zero dedicata a Trapani, andata in onda il 5 ottobre 2006. “Lascio il compito di accertare la verità a chi lo deve fare – ripete – ma io sono certo che il mio allontanamento da Trapani è stato voluto da D’Alì”. L’attuale Presidente della Provincia, all’epoca del trasferimento, era sottosegretario agli Interni con delega al personale del Governo Berlusconi.

Il Prefetto però a Roma “non arriverà” da solo. Con lui ci saranno tutte le persone che decideranno di salire sul pulmann che Libera Trapani sta organizzando per seguire anche in tribunale la “battaglia” di Sodano. Nonostante le difficoltà per la malattia l’ex Prefetto continua a chiedere che siano resi chiari e pubblici i motivi del suo trasferimento. Non solo. Si è costituito in giudizio chiedendo lui il risarcimento dei danni perché la sua malattia si è aggravata dopo quel trasferimento.

A Roma andiamo anche per difendere il nostro diritto all’informazione, tenuto conto che , il procedimento civile riguarda la RAI, nonchè i giornalisti Michele Santoro e Stefano Maria Bianchi, citati in giudizio dallo stesso Senatore D’Alì.
Chiediamo di esserci il 17 a Roma e di essere tanti. La storia dell’ingiustizia subita dall’ex Prefetto non è piaciuta a molti trapanesi. Qui le cose
funzionano così: rispetti le regole? Imponi che siano rispettate? Non subisci intimidazioni e non fai favori? Bene, come minimo ti trasferiscono ed è proprio quello che è successo al nostro Prefetto.

Più siamo, più sarà forte il nostro messaggio!! Potrebbe essere l’inizio di una nuova
primavera per la Provincia di Trapani, ma anche per tutto il nostro Paese. Per informazioni e prenotazioni contattare il Coordinamento di Libera Trapani

Per Libera
Margherita Asta
margheritaasta@virgilio.it

Nessun commento:

Posta un commento