3 luglio 2007

Sicilia: libro e giornalismo scomodi

Peter Gomez ("Espresso") e Lirio Abbate (Ansa di Palermo) all'indomani dell'uscita de "I complici", il libro che hanno dedicato a Provenzano e all'ultima generazione mafiosa. Intervista doppia, in cui raccontano l'avvincente inchiesta giornalistica al centro del loro volume.

Auto blindata e due uomini di scorta. I “picciotti” della cosca mafiosa di Brancaccio non hanno gradito il libro “I complici” scritto dai giornalisti Lirio Abbate e Peter Gomez su “tutti gli uomini di Provenzano da Corleone al Parlamento”. E, nelle ultime settimane, hanno inviato inequivocabili segnali che hanno indotto il comitato per l’ordine e la sicurezza ad assegnare una tutela a Lirio Abbate, il giornalista dell’Ansa che vive a Palermo. Una telefonata intercettata e soprattutto un bigliettino lasciato sotto il tergicristallo dell’auto del giornalista pochi minuti dopo il suo rientro a casa hanno fatto ritenere alla polizia che Abbate fosse seguito. Poi un’ultima minaccia su una foto lasciata sotto il portone dell’Ansa.

Intervista Gomez-Abbate: youtube.com/watch?v=HqER-wrb12I

Nessun commento:

Posta un commento