26 settembre 2007

L'arcipelago eoliano è a rischio ecomostro

FIRMA E FAI GIRARE!

L'arcipelago eoliano, incluso dall'UNESCO tra i siti del World Heritage e riconosciuto tra i "Patrimoni dell'Umanità" è a rischio ecomostro! Un MEGA-porto privato, per barche da diporto e navi da crociera, con tanto di centri commerciali, cancellerà fisicamente un intera baia dell'isola di Lipari a colpi di banchine e muraglioni alti 4.50 m: è questo il proggetto del sindaco di Forza Italia Mariano Bruno, già vincitore della bandiera nera, consegnatagli da Legambiente quale "pirata del mare".

Guarda il video dello studio di fattibilità:


Leggi l'appello pubblicato sul blog di Beppe Grillo:
http://www.beppegrillo.it/2007/08/cemento_sulle_e.html#comments

Questo progetto mette a repentaglio la permanenza stessa delle Eolie nella lista Unesco dei "Patrimoni dell'Umanità", con grave danno non solo per l'immagine delle Eolie, ma di quella di tutta Italia. Sarebbe il primo caso del genere al mondo! Queste le dichiarazioni di Giovanni Puglisi, presidente della Commissione nazionale Unesco per l'Italia, in un intervista pubblicata su Il Messaggero:

Le Isole Eolie, che sono state introdotte nella Lista nel 2000 [vanno verso l'espulsione dal patrimonio mondiale dell'umanità]. Da allora in avanti le prescrizioni dell'Unesco, gli accordi che accompagnano il riconoscimento, non sono state rispettati. In pratica, la cava di pomice di Lipari non è stata chiusa, mentre è in via di realizzazione un maxiporto turistico non contemplato dagli accordi. Le Eolie a giugno 2008 vanno fuori dalla lista dei siti Unisco. A meno di ardui recuperi in extremis, ma non ne vedo.

Firma la petizione contro il MEGA-porto di Lipari, e contribuisci ad evitare uno scempio immane per l'Italia ed il Mondo intero:
http://www.petitiononline.com/noporto/petition-sign.html

Qui puoi leggere il testo completo della petizione:

http://www.petitiononline.com/noporto/petition.html

Per ulteriori informazioni
> visita il sito: http://noporto.altervista.org (in attesa di avere online il sito ufficiale www.noporto.it

Nessun commento:

Posta un commento