18 novembre 2007

La stretta di mano mancata

GERUSALEMME - Grossman contro Olmert. La polemica del grande scrittore israeliano impegnato sul fronte della pace verso il primo ministro cauto e temporeggiatore si è espressa in una forma di pubblico dissenso allorquando in occasione della cerimonia per l'assegnazione del Premio Emet, uno dei riconoscimenti più prestigiosi assegnati dal governo israeliano, Grossman s'è rifiutato di stringere la mano del premier. Continua a leggere

Con le velocità con cui viaggia l'informazione quell'episodio è già finito nel pozzo senza fondo del dimenticatoio. Ciò nonostante sul momento il coraggio e la determinazione di un intellettuale, mossi contro l'immobilismo partigiano di certa politica, hanno fatto il giro del mondo e di altrettante televisioni. Al di là della questione israelo-palestinese, si sentiva da tempo la mancanza di gesti forti da parte di noti intellettuali nei confronti della politica.

Gesti di questo tipo, così inusuali oggi, riescono a scuotere l'opinione pubblica più di 10-100-1000 manifestazione di popolo. Inchiodano, come vedrete nel filmato, l'esponente politico di turno alle proprie responsabilità. Olmert vede riflesso in quel gesto, la figuraccia verso la quale la sua politica lo sta portando. La parola alle immagini.

Il video: L'écrivain David Grossman refuse de serrer la main d'Ehoud Olmert

Nessun commento:

Posta un commento