20 aprile 2007

5 anni di occupazione per il c.s.o.a. Cartella

(clicca sulla locandina per ingrandire o leggere le iniziative in programma)

REGGIO CALABRIA - Viviamo nella società dello sviluppo, del progresso! Una società che ci vuole precari, flessibili, interinali! Una società che vuole la nostra terra, la nostra aria, la nostra acqua, svendute ed inquinate! Tutto questo in nome di un futuro che abbiamo paura ad immaginare! Non è questo il mondo che vogliamo oggi, né tantomeno quello che speriamo per i nostri figli! Noi portiamo un altro mondo nei nostri cuori!

Inseguendo questo sogno, il 25 aprile del 2002, ricorrenza della Liberazione dal fascismo e dall'oppressione, ci siamo riappropriati di qualcosa che ci avevano tolto, liberando uno spazio, il Parco "Angelina Cartella", dallo sfascio e dal degrado e trasformandolo in un luogo di aggregazione e di propulsione per battaglie di libertà e dignità! Da quel giorno siamo stati, nella nostra città, in prima fila in tutte le più importanti vertenze sociali, dalla lotta contro il ponte a quella contro la privatizzazione dell’acqua, dalle lotte per la difesa dei diritti dei lavoratori a quelle per il diritto alla casa, dalla solidarietà internazionale e con gli immigrati alla ferma opposizione contro tutte le guerre.

In questi 5 anni abbiamo cercato di costruire, attraverso la pratica dell'autorganizzazione, un luogo in cui non siamo soltanto "voti" ma i veri protagonisti delle nostre scelte, uno spazio aperto, libero, in cui confrontarsi e contaminarsi, un riferimento per chi avverte una forte esigenza di partecipazione. Nelle giornate del 22, 23 e 25 aprile cercheremo di fare un bilancio di questa esperienza, ma soprattutto parleremo di Resistenza: quella di donne e uomini che con la lotta ed il sacrificio si sono opposte alla dittatura fascista, quella dei popoli che nel mondo combattono contro l’annientamento etnico e culturale, quella di chi si oppone alla mercificazione della cultura, quella di chi non vuole sottostare alla logica del consumismo ed alla supremazia delle grandi catene di distribuzione.

Vogliamo seguire quel filo rosso che lega tutte quelle lotte sociali, quelle esperienze dal basso, che negli anni hanno seguito l’esempio dei partigiani, sentendo il dovere di reagire alle oppressioni e lottando per ciò che ci viene negato.

c.s.o.a. “Angelina Cartella”
Link: http://www.csoacartella.org/

19 aprile 2007

Quello che nessuno dice sulla Chinatown milanese

MILANO - Mentre quasi tutti i media e l'opinione pubblica italiana, si dirige verso un nostalgico e quanto mai vivo sentimento nazionalistico, una video inchiesta del corriere.it fa luce su un aspetto fondamentale della intera vicenda.

Niente carrelli (cinesi) in via Paolo Sarpi

da corriere.it

Un viaggio a Chinatown con telecamera nascosta: i vigili sono solerti (e fioccano le multe), ma in certi casi... di Vittorio Romano e Andrea Sceresini (scuola di giornalismo dell'Università Cattolica)

15 aprile 2007

Giovedì 19 aprile: "Percorsi antifascisti"

(clicca sulla locandina per ingrandire)

Vi invitiamo all'assemblea dibattito che si tiene al Csa Auro giovedì 19 aprile alle ore 18.30 dal titolo "Percorsi Antifascisti". Sarà un momento di narrazione e di dibattito, di racconto -anche audiovisivo- e di confronto su quello che rappresenta a Catania, oggi, l'antifascismo.

La manifestazione nazionale antifascista del 16 Settembre 2006 ha rappresentato un nuovo modo di intendere l'antifascismo nella nostra terra. Il percorso individuato e condiviso da tante/i ha messo le basi per un nuovo modo di intendere l'antifascismo, libero da vecchie concezioni e distante dall'autoreferenzialità che lo aveva
caratterizzato negli ultimi anni. I giovani comunisti, l'Open Mind
glbt, il saas CentroIqbalMasih, i collettivi medi ed universitari, il
Csa Auro, Attac ed altre realtà di movimento hanno deciso di unirsi in un cordinamento che richiama la data del 16 Settembre per la creazione di nuovi percorsi antifascisti.

Nell'epoca della guerra globale e permanente, del revisionismo storico, del precariato come forma esistenziale c'è ora più che mai bisogno di nuovi atti antifascisti. Riflettere quindi sul significato che oggi assume l'antifascismo, crediamo possa essere un modo per comprendere cosa ci succede intorno, non dimenticando che in questi mesi sono preoccupatamente cresciute le aggressioni di stampo fascista nei confronti di persone variamente impegnate in città, spesso
passate sotto silenzio..

Nei link che trovate al termine del messaggio troverete il manifesto dell'iniziativa di giovedì, - che si concluderà in tarda serata con una festa musicale antifascista "Suoni contro il fascismo"; nel manifesto vi sono altre informazioni sull'assemblea e l'elenco degli interventi
che precedranno il dibattito.

Vogliamo sottolineare però la presenza quella sera di Dario Biagetti, del LAO Acrobax di Roma, che interverrà a nome dell'associazione "I sogni di Renato", associazione nata in memoria di Renato Biagetti, fratello di Dario, ucciso da due balordi fascisti la scorsa estate a Ostia. Pensiamo che ascoltare le parole di Dario e saperne di più sull'associazione fondata dalla famiglia di Renato sia un'occasione che nessuno di noi può mancare.

Il manifesto su: http://www.centroiqbalmasih.it/

http://www1.autistici.org/openmind/open.htm

Vi informiamo inoltre che il corteo cittadino del 25 aprile, festa della Liberazione, si avvia da piazza Stesicoro, concentramento ore 9:30.


coordinamento "16 settembre"