20 gennaio 2008

Cuffaro, con o senza sentenza

Video da http://tv.repubblica.it/home_page.php

L'On. Salvatore Cuffaro presidente dell'assemblea regionale siciliana, è stato condannato per aver favorito dei mafiosi. Certi fatti e percorsi amicali, del Cuffaro, erano e sono noti da molto tempo fin da giovane ha espresso una certa simpatia per una certa interpretazione della politica.

Non dovrebbero servire i tribunali, per decidere, chi deve rappresentarci in qualsiasi carica pubblica e politica. I tribunali decidono su fatti penalmente rilevanti bisognerebbe poi che l'elettore decidesse di non votare qualsiasi politico, in qualsiasi piccola o grande competizione elettorale, dimostratosi documentalmente vicino alla mafia. Tale concetto venne chiarito perfettamente da una lezione sulla mafia di Paolo Borsellino.

E' davvero necessaria, dunque, una condanna da parte di un tribunale per capire se un politico è compatibile o meno con una carica istituzionale?

Intanto il 19 gennaio, a Palermo, un corteo di 2000 persone chiede le dimissioni del Presidente della Regione. La notizia sulla condanna del Presidente Cuffaro a "5 anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici per il presidente della Regione siciliana" escluso il favoreggiamento a Cosa Nostra ha fatto inorridire 2000 persone che in un tam tam di sms ed email si sono ritrovate in piazza Politeama per un coraggioso corteo verso la sede della Presidenza della Regione.

Vedi, manifestazone qui il video

Prossime iniziative:
http://www.ritaatria.it/Cittadini-in-movimento.aspx?id=26

Audio, presentazione di Forgione de "La mafia è bianca"
http://invisibile.podOmatic.com/entry/2006-09-29T01_00_39-07_00

Si può fimare on-line per le dimissioni di Cuffaro:
http://www.firmiamo.it/cuffarodevedimettersi

L'OPINIONE
da http://www.ritaborsellino.it/

Condanna Cuffaro. Dichiarazione di Rita Borsellino


Palermo 18 gennaio 2008 - “Sentire le dichiarazioni di Cuffaro dopo una sentenza di condanna a 5 anni e l’interdizione dai pubblici uffici personalmente mi fa accapponare la pelle”. Lo ha detto Rita Borsellino nel corso del dibattito organizzato a Monreale nell’ambito del Viaggio in Sicilia. “Il giudizio politico sul governo Cuffaro resta quello di sempre. Da tempo come opposizione denunciamo il fallimento di questa maggioranza. Adesso questa sentenza aggrava ancora di più la situazione perché al giudizio politico si unisce anche quello etico”. Secondo Borsellino “chi è chiamato a governare deve dar conto anche della sua integrità morale. Mi chiedo: come si fa a rappresentare la Sicilia con una maschera di questo tipo? Con una condanna di questo tipo? Cuffaro dice sempre di amare la Sicilia. Allora avrebbe dovuto compiere un gesto d’amore e rassegnare le dimissioni, non costringere i siciliani ad essere identificata con un politico condannato e interdetto dai pubblici uffici”.

AGGIORNAMENTI:
Palermo, Sabato 26.01.08: Dimissioni subito

Palermo, Cuffaro annuncia le proprie dimissioni




Nessun commento:

Posta un commento