20 gennaio 2009

Il siciliano dell’anno, concorso “truccato”

Da qualche giorno sul sito della testata online “Siciliainformazioni” è partito un sondaggio per votare il “Siciliano dell’anno”. Anch' io, come Gianluca Ricupati , che ha scritto un articolo sul portale agoravox.it, resto stupito dal fatto che sia l’ex governatore siciliano Totò Cuffaro a primeggiare questa singolare classifica

da www.fascioemartello.it

Nell’anno 2008 che lo ha visto dimettersi dalla poltrona di Presidente della regione, nell’anno della condanna , nell’anno della prima volta della Regione Siciliana senza Cuffaro, ecco che un sondaggio, che ha come scopo quello di premiare “uomini e donne, adulti e bambini, protagonisti di episodi di generosità, onestà, solidarietà, tolleranza” , che lo vede protagonista inconsapevole.

Ma perché Cuffaro risulta il leader indiscusso di questa speciale classifica? Semplice, perché truccare questo sondaggio è la cosa più semplice di questo mondo. Apparentemente infatti, dopo aver espresso il proprio voto, sembra impossibile poter rivotare per uno dei candidati, ma basta semplicemente cancellare la cache del browser ed aggiornare la pagina per essere di nuovo pronti a poter esprimere ancora una volta la preferenza al proprio “candidato”.

Siciliainformazioni di tutto ciò ovviamente non ha nessuna colpa, se non quella d’aver programmato un sondaggio facilmente truccabile e che per questo motivo non ha nessuna attendibilità. Mi risulta però assai più vergognoso sapere che la gente non è in grado di “concorrere lealmente” pure ad uno stupido concorso sul web. A questo punto tocca al portale siciliainformazioni rimediare, qualora voglia dare credibilità alla proprià iniziativa, bloccando il concorso e riproponendolo ripartendo da zero ed ovviamente sistemando il bug.

Nessun commento:

Posta un commento