30 gennaio 2009

Libera informazione... su Dylan Dog?

Ieri apro il n. 269 di Dylan Dog e mi soffermo a leggere le prime pagine. C'è un dialogo sulla informazione che vi riporto, ne vale la pena. Democrazia, pluralismo e obiettività. Se un fumetto ne parla, non so se pensare se siamo più in emergenza o più sulla giusta strada. Propendo per la seconda, visto che Dylan Dog è un fumetto letto da miglia e miglia di lettori. Claudio

A: "Tra gli invitati al Galà di beneficienza anche la bella e ricca Grace Endicot...sempre più bella, ma ancora ricca? Girano voci di un grave dissesto finanziario, che sarebbe alla base dell'improvvisa rottura del fidanzamento con Sir Edwin Carlton-Jones."

B: "Secondo il Daily Truth stanno ancora insieme. Li hanno visti in un night club, dopo il ricevimento, in atteggiamento molto intimo."

A: "Ecco cosa non mi piace dei giornali. Non sai mai chi dice la verità."

B: "Forse nessuno."

A: "Meglio non leggerli, allora."

B: "E rinunciare all'informazione?"

A: "Per me potrebbero anche chiuderli tutti. Se chi mi informa dice solo bugie, è meglio che stia zitto!"

B: "E chi stabilisce qual è la verità?"

A: "La verità è nei fatti, non nelle congetture. Ma per raccontare i fatti ci vuole obiettività. Senza obiettività non c'è buona informazione. E senza una buona informazione non c'è libertà di stampa e neppure democrazia!"

B: "Non è proprio così che stanno le cose, Mr. Coke."

A: "E questo è male secondo te, Mr. Firebrand?"

B: "Molto male."

A: "Che cosa è più importante dell'obiettività? Sentiamo."

B: "La pluralità. Che i giornali siano obiettivi o faziosi non conta. L'importante è che nessuno si erga a giudice o garante dell'obiettività dell'informazione e che ognuno possa dire ciò che ritiene giusto o opportuno."

A: "Anche se non è vero?"

B: "Deve essere chi legge a stabilirlo, magari dopo aver consultato più di una fonte. D'altra parte, è sempre possibile distinguere tra verità e mistificazione? Per esempio, che cosa diranno di Lord Endicot i giornali di domani?"

A: "Un mucchio di sciocchezze."

B: "E allora vedi che ho ragione? Il compito dei giornali non è quello di istillare certezze, ma di seminare dubbi!"

Nessun commento:

Posta un commento