7 marzo 2010

Iran, arrestato Jafar Panahi con moglie e figlia "Preparava un documentario sulle proteste

TEHERAN - E' stato arrestato ieri sera insieme alla figlia e a 15 ospiti invitati nella sua residenza di Teheran. Il regista iraniano Jafar Panahi, una delle voci più critiche dell'opposizione al presidente Ahmadinejad, è stato prelevato con la moglie, la figlia e altre 15 persone (tra cui anche attori e registi), da agenti dei servizi di sicurezza iraniani. L'uomo, autore di "Il Cerchio" e "Oro rosso", due film denuncia sull'Iran, è stato sequestrato dopo aver richiesto alle autorità un visto di uscita per partecipare, il mese prossimo, a una conferenza sul cinema iraniano a Berlino. Secondo alcune fonti del ministero dell'intelligence "l'arresto è stato eseguito perché Panahi era impegnato nella realizzazione di un film documentario sulle recenti proteste antigovernative scoppiate in Iran dopo le contestate elezioni presidenziali di giugno". Panahi non avrebbe avuto il permesso per girare a Teheran le immagini del suo nuovo film.

Secondo quanto sostengono queste fonti, Panahi non avrebbe avuto il permesso per girare a Teheran le immagini del suo nuovo film (Continua a leggere)

Nessun commento:

Posta un commento