27 dicembre 2012

«Paga o ti brucio vivo» I casalesi colonizzano il Nord

di Rosaria Capacchione

Rimini era la capitale del suo regno. San Marino la sede legale della sua banca. Due società specializzate nel recupero crediti il legame con Fincapital e con i clan più intraprendenti e ricchi della Campania. Lui è Francesco Vallefuoco, fino al 2010 un «normale» imprenditore sbarcato in Emilia Romagna: pieno di soldi e di donne, moglie al seguito e socia in affari, amante impegnata nelle sue stesse attività, collegamenti con la politica (campana) e i trafficanti d’influenze della repubblica del Titano. 

Tanto potente, Vallefuoco, da riuscire - era il 2008 - a imporre il suo pane alle mense scolastiche di San Marino. Prezzi bassi e infima qualità: fu così che l’appalto fu revocato e su di lui si accesero i riflettori delle procure di mezza Italia Continua a leggere

Nessun commento:

Posta un commento